Crea sito

Azienda agricola

L’azienda agricola La Morona, condotta dalla Società Agricola Biologica SARX S. S., è situata nella pianura padana e, più precisamente, nel comune Pontenure, frazione Muradello. Conduce terreni anche in collina: a Tabiano e a Borgotaro, entrambi in affitto.

I soci di SARX S. S. sono tutti membri della famiglia proprietaria del fondo La Morona e ha un indirizzo biologico per colture ed allevamento.

Da convenzionale a biologico

L’indirizzo di coltivazione del fondo e di allevamento sono sempre stati di tipo convenzionale, ma nel 1997 la famiglia Pagani ha iniziato il percorso verso un’agricoltura e un allevamento rivolti verso il biologico. Per tre anni la coltivazione è passata ad integrata: ciò ha consentito di ridurre e annullare l’utilizzo di prodotti chimici. di effettuare accurate analisi del terreno e di ristabilire il corretto equilibrio della terra. Nel 2000, l’azienda agricola diventa a tutti gli effetti biologica ed ottiene certificazioni da:

  • Bioagricert
  • Biosuisse

sia per la coltivazione che per l’allevamento. Più volte durante l’anno, un tecnico dell’ente certificatore si reca in azienda a fare controlli e prelievi dei prodotti e a controllare il regolare svolgersi delle attività agronomiche. Tutti i prodotti raccolti e venduti hanno tutti un certificato di tracciabilità pubblicato in internet.

Dal 2018 la famiglia Pagani, per diversificare la produzione, ha dedicato un’area all’impianto di asparagi biologici per una futura vendita. Tra i prodotti coltivati, si coltiva anche leguminose, soia, fagioli, mais dolce, pisello, pisello proteico,orzo, grano, aglio ed erba medica e cascami, per una parte reimpiegati in azienda per l’allevamento dei bovini.

Allevamento a ciclo chiuso

Nella stalla dell’azienda viene allevata il bovino di razza romagnola da carne, una della cinque razze bianche italiane. L’allevamento è a ciclo chiuso: un singolo toro con fattrici e vitelli. La carne bovina viene lavorata nel laboratorio di vendita diretta presente nell’azienda stessa.

Non solo agricoltura e allevamento

Oltre al seminativo e all’allevamento, la società conduce un agriturismo ed uno spaccio carni, entrambi nella sede principale di Muradello, ed entrambi lavorano solo su prenotazione.

Negli anni, la famiglia Pagani si è dedicata alla miglioria dell’azienda, che contra oltre i 157 ettari di terreno, effettuando l’acquisto di macchinari agricoli, ristrutturazioni e migliorie. Per fare ciò ha usufruito di finanziamenti erogati dalla regione Emilia Romagna e dalla CEE, finanziamenti che hanno permesso, sfruttando cubature già esistenti, la costruzione di un capannone per il ricovero attrezzi, lo stoccaggio del cereale e, in un’area adiacente, una dispensa con cella frigorifera per lo stoccaggio di prodotti utilizzati in agriturismo. Si è inoltre recuperato uno spazio dedicato ai percorsi di fattorie didattiche.

L’agriturismo

Oltre al capannone, l’azienda ha ristrutturato il vecchio palazzo, cercando di mantenere il più possibile gli spazi e i materiali originali, e ne ha ricavato:

  • al piano terra: un laboratorio per la lavorazione della carne bovina e suina, utilizzata per lo spaccio di vendita diretta e l’agriturismo, una stanza d’ingresso per il laboratorio, una stanza di ritrovo, la cantina per lo stoccaggio dei salumi, la cucina per la preparazione dei pasti e dei prodotti di trasformazione ed infine l’ingresso con le scale che portano ai due piani superiori.
  • al primo piano: la sala ristorante, attrezzata per l’accoglienza di quaranta persone, e un appartamento.
  • all’ultimo piano (ex granaio): due camere matrimoniali, una doppia attrezzata per disabile, un bilocale con uso cucina e un bagno utilizzabile dagli ospiti della ristorazione.

Tutti i piani sono raggiungibili con le scale, ma anche con l’ascensore montacarichi costruito sul retro della struttura.

La cucina del piano terra è utilizzata sia per la preparazione dei pasti dell’agriturismo che per la preparazione dei trasformati agricoli e dell’orto: salse, pomodoro, confetture, succhi di frutta, frutta sciroppata e molto altro. Collegato sempre alla trasformazione dei prodotti agricoli e alla lavorazione della carne, l’azienda dispone di un locale adibito alla macellazione di polli per l’utilizzo esclusivo in agriturismo.

Tutt’intorno…

Intorno a tutto il fondo, l’azienda agricola dispone di fasce boschive e filari di piante autoctone: ciliegi, pallon di maggio, roveri, prugnoli, noci, sambuchi, querce e tante altre specie, tutte legate al regime biologico. Dispone inoltre di aree verdi, utilizzate anche per il pascolo dei bovini, di un bosco di circa 2 ettari e di un parco con laghetto di circa 4 ettari.

Fotovoltaico

Nel 2011, per contribuire al miglioramento ambientale, l’azienda ha installato due impianti fotovoltaici: uno di 54 kW e uno da 100 kW. Il primo, montato sul tetto del vecchio capannone succcessivamente alla rimozione di un tetto in eternit, produce energia per uso interno ed impiegata per il riscaldamento con pompe di calore a ricircolo di acqua, per le celle frigorifere, per la cucina e per l’impianto d’irrigazione sotterranea con pompa elettrica. Il secondo, destinato alla totale vendita, è montato su una tettoia utilizzata per la copertura di un paddock ex novo.